Questo sito contribuisce alla audience di

Guevara, Antonio de-

scrittore spagnolo (Treceño 1480-Mondoñedo 1545). Di famiglia nobile, francescano, ebbe molta influenza alla corte dell'imperatore Carlo V. Le cariche di predicatore della cappella reale, d'inquisitore, di vescovo, non gli impedirono di dedicarsi ai piaceri della vita mondana. La sua opera, pur viziata da un'erudizione fondata su dati inesatti e da uno stile ampolloso ed elaborato che anticipa il barocco, fu una delle più lette del sec. XVI, non solo in Spagna, ma anche in Francia e in Inghilterra. Il Relox de príncipes (1529), il più famoso tra i suoi libri, è un trattato sull'educazione dei principi e include una leggenda molto popolare, El villano del Danubio, poi ripresa da La Fontaine. Assai interessanti le sue Epistolas familiares (1539), ameno quadro della vita cortigiana. Altra opera di notevole risonanza fu Menosprecio de la corte y alabanza de aldea (1539); frutto di un viaggio in Italia al seguito di Carlo V fu il Libro de los inventores de marear.