Questo sito contribuisce alla audience di

Guglièlmi, Àngelo

saggista e critico letterario italiano (Arona 1929). Fortemente impegnato nelle esperienze della neoavanguardia, ha fatto parte del Gruppo 63, della cui produzione ha anche curato con R. Barilli una raccolta (Gruppo 63, Critica e teoria, 1976). Curatore di alcune antologie di narrativa italiana contemporanea (Vent'anni d'impazienza, 1965; Il piacere della letteratura. Prosa italiana dagli anni 70 a oggi, 1981), ha raccolto la sua attività di saggista in diversi volumi, tra cui: Avanguardia e sperimentalismo, 1964; Vero e falso, 1968; La letteratura del risparmio, 1973; Carta stampata, 1978. Guglielmi, che dal 1955 lavora ai programmi culturali della RAI, nel 1987 ha assunto la direzione della terza rete televisiva, che ha lasciato nel 1994. Sulle tematiche legate ai mass-media ha pubblicato, in collaborazione con S. Balassone, Rai-Tv l'autarchia impossibile (1983), Corsari e nobiluomini (1987). Tema centrale del pamphlet, La brutta addormentata (1993), è la televisione lo scarso spessore qualitativo e culturale della televisione italiana. Nel 1995 ha pubblicato Trent’anni d’intolleranza (mia), saggio critico sulla letteratura del secondo dopoguerra. Dal 1995 al 2001 è stato presidente e amministratore delegato dell'Istituto LUCE.