Questo sito contribuisce alla audience di

Guldberg, Cato Maximilian

chimico e matematico norvegese (Oslo 1836-1902). Nel 1867 enunciò, insieme a P. Waage, la legge dell'azione di massa che aprì la via allo studio quantitativo degli equilibri chimici.

Detta anche legge di azione e di massa, regola gli equilibri chimici. Secondo tale legge una reazione chimica spontanea tende a raggiungere uno stato di equilibrio che permane tale nel tempo se non avviene alcun intervento dall'esterno. Tale stato si raggiunge quando il rapporto tra le concentrazioni C dei prodotti e le concentrazioni dei reagenti, ciascuna concentrazione elevata a un esponente eguale al coefficiente di reazione, diventa eguale a una costante, Kc per esempio, per

La costante Kc è la cosiddetta “costante di equilibrio” in termini di concentrazione. La legge di Guldberg ha validità termodinamica quando alle concentrazioni si sostituiscono le attività dei composti. In tal caso la costante di equilibrio corrispondente prende il nome di “costante termodinamica di equilibrio”. La stessa legge, nel caso di equilibri con composti allo stato gassoso e con pressioni parziali simboleggiate con p, porta a una espressione analoga e, la costante di equilibrio Kp in termini di pressione è data da:

Collegamenti