Questo sito contribuisce alla audience di

Harūn ar-Rašǐd

quinto califfo abbaside (766-809). Succeduto nel 786 al fratello al-Hādī, impostò una severa politica religiosa e mantenne una rigida discriminazione a favore dei musulmani nei confronti di cristiani ed ebrei. Ebbe come ministro il potente Yahyā, della famiglia dei Barmecidi, coadiuvato dal figlio Ǧafàr; ma la favolosa ricchezza e la crescente prepotenza di costoro lo portarono a sbarazzarsene e a punirli spietatamente. Altezzoso di fronte ai deboli sovrani bizantini, Harūn ar-Rašǐd pare fosse in buoni rapporti con Carlo Magno. Divenuto una figura leggendaria, è uno dei personaggi principali delle Mille e una notte.

Media


Non sono presenti media correlati