Questo sito contribuisce alla audience di

Harappā

località del Pakistan, nel Punjab, 20 km a WSW di Sahiwal, stazione archeologica della civiltà dell'Indo. L'organizzazione della città di Harappā risponde a principi urbanistici sconosciuti alle altre civiltà asiatiche, mentre i reperti archeologici (ceramiche invetriate, terrecotte, bronzi, sigilli di steatite con segni pittografici e raffigurazioni, immagini di una “dea-madre”) mostrano, in apparenza, contatti con le culture del Vicino Oriente, soprattutto dell'area mesopotamica. I resti di Harappā presentano una città a pianta quadrangolare con reticolo stradale regolare, blocchi conformi di abitazione, evoluti sistemi di fognature e di altre opere idrauliche, silos per la raccolta di cereali, suddivisione del quartiere residenziale secondo le categorie sociali e l'attività commerciale o artigianale; le case di abitazione, in mattone cotto, erano a due o più piani con corte interna. La città era dominata dall'acropoli che sorgeva, nel settore occidentale, su un'alta piattaforma artificiale, dove erano concentrati gli edifici pubblici.

Media


Non sono presenti media correlati