Questo sito contribuisce alla audience di

Hasse, Johann Adolf

compositore tedesco (Bergedorf 1699-Venezia 1783). Fu tenore ad Amburgo (1718) e a Braunschweig e nel 1722 si trasferì a Napoli per studiare con N. Porpora e successivamente con A. Scarlatti. Dal 1727 fu maestro di cappella a Venezia (dove nel 1730 sposò la soprano Faustina Bordoni), quindi, dal 1733 al 1763 alla corte di Dresda. Lasciata Dresda, fu a Vienna (1764-73) compositore di corte e grande amico di Metastasio. Visse gli ultimi anni a Venezia. Hasse godette ai suoi tempi di larghissima fama, soprattutto per i suoi lavori teatrali, nei quali seppe riprendere e sviluppare i tratti caratteristici dell'operismo napoletano, già individuati dai suoi maestri partenopei. Prima di essere contestato dai propugnatori del nuovo operismo di Gluck e Calzabigi, dominò le scene europee per quasi mezzo secolo, grazie all'eleganza delle melodie, alla ricchezza della strumentazione e al sicuro senso formale. Fra le sue moltissime opere (ca. 60), che comprendono tutti i libretti metastasiani, alcuni dei quali musicati addirittura più di una volta, emergono Artaserse (1730), Didone abbandonata (1742), Piramo e Tisbe (1768), Ruggiero ovvero l'Eroica gratitudine (1771). Scrisse inoltre intermezzi, pasticci, oratori, musica vocale e pezzi strumentali.

Media

Johann Adolf Hasse.