Questo sito contribuisce alla audience di

Hawksmoor, Nicholas

architetto inglese (Ragnall, Nottinghamshire, 1661-Londra 1736). Nel 1682 entrò come disegnatore nello studio di Ch. Wren, di cui fu assistente e stretto collaboratore in numerosi progetti fino al 1699, anno in cui ebbe inizio la sua collaborazione con J. Vanbrugh (Castle Howard, nello Yorkshire, 1699-1726; Blenheim Palace nell'Oxfordshire, 1705-24). Hawksmoor sperimentò tutti gli elementi del suo linguaggio nella serie delle otto chiese londinesi che costruì in seguito a un decreto reale del 1711. Dopo i primi esempi di St. Alphege (Greenwich, 1712-18) e di St. Anne (Limehouse, 1714-30), che rivelano sia l'influenza di Wren sia la sua passione archeologica, St. George-in-the-East (Wapping, 1715-23) e la Christ Church (Spitalfields, 1723-29) manifestano il suo gusto per il gotico. La drammatizzazione del gioco volumetrico si esprime in St. Mary Woolnoth nella City (1716-24) e in St. George (Bloomsbury, 1720-30), affiancata da una torre con guglia ispirata al mausoleo di Alicarnasso, di enfatica monumentalità, non priva di ironia. Notevole fu anche l'attività di Hawksmoor a Oxford, dove realizzò l'ampliamento dell'All Souls College (1718-35) e larghe parti del Worcester College (1720-28); progettò inoltre la Radcliffe Camera (nel 1712-13), a pianta circolare, realizzata in seguito (1737-49), con modificazioni, da J. Gibbs. Nel mausoleo e nella piramide costruiti nel parco di Castle Howard (1728-42), si manifesta ancora il suo gusto per un geometrismo monumentale.

Media


Non sono presenti media correlati