Questo sito contribuisce alla audience di

Helmschmied

famiglia di armaioli tedeschi (sec. XV-XVI). Attivi nella Germania meridionale, i membri di questa famiglia lavorarono quasi esclusivamente per la corte degli Asburgo, fornendo ricchi corredi di armature a Federico III, al figlio Massimiliano I e al nipote Carlo V. Il nome degli Helmschmied è legato alla città di Augusta, divenuta per la loro arte uno dei centri più importanti della Germania (assieme a Norimberga) per la fabbricazione di armature in lamiera d'acciaio. Tra i primi maestri Helmschmied figura Lorenz (1445-1516), autore, tra l'altro, dell'armatura equestre del duca Sigismondo (Vienna, Armeria), eseguita nel 1480 in stile tardogotico e decorata a bande dorate con motivi di gigli. Nello stesso periodo opera Jörg il Giovane, la cui attività è documentata da un'armatura per giostra tedesca (1494) per Massimiliano I (Vienna, Armeria). Decisamente influenzata dai caratteri del Rinascimento italiano è l'opera di Koloman, figlio di Lorenz, che si avvalse per le sue creazioni della collaborazione dei maggiori maestri dell'incisione su metallo. Di Koloman si conserva tra l'altro una bellissima celata alla borgognona (1530-32), decorata con lavori a sbalzo e incisioni dorate (Madrid, Armeria Reale) appartenente a un'armatura del ricco corredo di Carlo V. Tra gli ultimi maestri della famiglia Helmschmied importante fu Desiderius, artefice delle armature equestri di Carlo V (1538; Madrid, Armeria Reale) e Filippo II di Spagna (1546; Vienna, Armeria), per il quale Desiderius eseguì anche una preziosa armatura da cerimonia (1550; Madrid, Armeria Reale) decorata dall'orafo Jörg Sigman.