Questo sito contribuisce alla audience di

Helvella

genere di Funghi appartenenti alla divisione Ascomiceti (famiglia Helvellaceae) al quale appartengono specie che hanno un cappello formato da alcune lamine variamente ripiegate e saldate fra loro, o ricadenti sul gambo, che recano all'esterno l'imenio ascoforo; il gambo è liscio o percorso da coste longitudinali che si intersecano formando un reticolo più o meno marcato. Le specie più note sono Helvella crispa, con cappello di colore biancastro o giallastro e gambo bianco, Helvella monachella, con cappello che ricorda il copricapo delle monache, Helvella atra, con cappello nerastro, e Helvella infula, con cappello grande, bruniccio, cascante e concresciuto con il gambo. Da crudi questi funghi sono velenosi per il contenuto in emolisine (che provocano, cioè, la rottura dei globuli rossi), distrutte però in brevissimo tempo con l'ebollizione o l'essiccamento.

Media


Non sono presenti media correlati