Questo sito contribuisce alla audience di

Hennique, Léon

scrittore francese (La Basse-Terre, Guadalupa, 1851-Parigi 1935). Romanziere di stretta osservanza naturalistacontribuì col racconto L'affaire du grand sept,insieme a Zola, alla realizzazione del libro-manifesto naturalista Les soirées de Médan (1880). Tra i suoi romanzi: L'accident de M. Hébert (1884), Un caractère (1889), Minnie Brandon (1899). Maggiore originalità rivelò nel teatro, con l'umorismo macabro di Esther Brandès (1887), La mort du duc d'Enghien (1888) e Amour (1890). Fin dal primo spettacolo del Théâtre-Libre appoggiò l'opera di rinnovamento intrapresa da Antoine.