Questo sito contribuisce alla audience di

Hiroshima (città)

Guarda l'indice

Generalità

Città (1.119.117 ab. nel 1997) del Giappone, capoluogo della prefettura omonima, sulla costa sudoccidentale dell'isola di Honshū, 290 km a W di Ōsaka. Affacciata all'ampia baia omonima, insenatura del Mare Interno, sorge sulle sei isolette formate dai sette rami deltizi del fiume Ōta, collegate tra loro da numerosi ponti. Centro amministrativo e di servizi, Hiroshima è anche un grosso mercato di prodotti agricoli, zootecnici e ittici. Sotto il profilo industriale contano soprattutto i rami tessile (fibre sintetiche), del vetro, meccanico (automobili), siderurgico e cantieristico. Il suo porto, molto attivo, sfrutta una fitta rete di canali navigabili, che attraversano l'intera città. Università.

Storia

Hiroshima fu fondata alla fine del sec. XVI dal clan dei Mōri, secondo gli schemi delle città fortificate. Nel sec. XVII passò al clan degli Asano ai quali rimase fino al 1871. Nel nostro secolo divenne un'importante base militare. Hiroshima fu la prima città del mondo atomizzata nel corso della seconda guerra mondiale. Il 6 agosto 1945, al comando di T. W. Ferebee, una superfortezza volante B 29 pilotata dal colonnello P. Tibbets, alle ore 8,15 locali da oltre 9000 m di quota sganciò una bomba atomica regolata per l'esplosione a 550 metri d'altezza. In un'area di ca. 12 km² tutti gli edifici di Hiroshima furono rasi al suolo. Il 70% della città andò distrutto. Su 340.000 abitanti, 100.000 morirono o furono gravemente feriti. Gli effetti radioattivi su molti sopravvissuti furono disastrosi. Oggi il complesso urbanistico del Centro della pace, progettato da Kenzō Tange, ricorda la tragedia.

Media


Non sono presenti media correlati