Questo sito contribuisce alla audience di

Hitchings, George Herbert

biochimico statunitense (Hoquiam, Washington, 1905-Chapel Hill, Carolina del Nord, 1998). Laureatosi alla Washington University a Seattle, lavorò per alcuni anni alla Harvard University e passò poi all'industria farmaceutica. Quivi, in collaborazione con la biochimica G. B. Elion, ha elaborato un moderno approccio alla ricerca di nuovi farmaci: la preparazione di antimetaboliti, cioè di sostanze che bloccano certi enzimi in quanto sono simili ai substrati sui quali agiscono gli enzimi stessi. Alcuni antimetaboliti sono risultati efficaci antileucemici (tioguanina, 6-mercaptopurina); altri, capaci di bloccare enzimi necessari ad alcuni microrganismi patogeni per costruirsi il loro DNA, si sono dimostrati attivi contro detti microrganismi (pirimetamina, trimetoprim, acyclovir); altri ancora hanno rivelato inaspettate attività terapeutiche: l'allopurinolo è un antiurico in quanto inibisce le biosintesi dell'acido urico, l'azatioprina è un immunosoppressore utile nelle malattie autoimmuni e nei trapianti di organo. A Hitchings ed Elion è stato assegnato, unitamente al farmacologo J. W. Black, il premio Nobel per la medicina 1988.

Media


Non sono presenti media correlati