Questo sito contribuisce alla audience di

Hoover, Herbert Clark

uomo politico statunitense (West Branch, Iowa, 1874-New York 1964). Ingegnere minerario, membro del Partito repubblicano, nel 1921 fu nominato segretario al Commercio nel gabinetto Harding, carica che mantenne nelle successive presidenze Coolidge. Candidato repubblicano alla presidenza nel 1928, fu eletto con una schiacciante maggioranza sull'avversario democratico Smith, dopo una campagna imperniata sulla difesa della prosperità e sul proibizionismo. Non fu in grado di scongiurare la crisi economica del 1929: fermamente convinto del principio della libera iniziativa individuale e quindi delle spontanee capacità di ripresa del sistema, nei tre anni circa in cui rimase alla presidenza dopo l'insorgere della crisi, rifiutò di scostarsi da tale linea, nonostante il progressivo aggravarsi della situazione. In politica estera sostenne le iniziative per la riduzione degli armamenti, con la partecipazione americana alla conferenza navale di Washington (1930) e alla conferenza ginevrina per il disarmo (1932). Ripresentatosi alle elezioni del 1932, fu battuto dal democratico F. D. Roosevelt. Fu poi quasi sempre in contrasto con la politica di quest'ultimo e criticò il New Deal (1934) così come la legge affitti e prestiti (1941) e la politica bellica americana. Nel dopoguerra fu consigliere di Truman.

Media


Non sono presenti media correlati