Questo sito contribuisce alla audience di

Hu Jintao

uomo politico cinese (Jixi 1942). Conseguita a Pechino la laurea in ingegneria idraulica (1965), nel 1968 iniziò la propria carriera politica all'interno del Partito comunista cinese (PCC). Nel 1982 divenne membro supplente del Comitato centrale e nel 1988 fu nominato segretario del partito in Tibet: un incarico particolarmente delicato, visto che soltanto un anno più tardi fu costretto a dichiarare la legge marziale per reprimere i moti indipendentisti scoppiati nella regione. Considerato un moderato, ma anche un riformatore, nel 1992 entrò a far parte del Poltiburo del PCC e, nel 1999, venne nominato vicepresidente della Commissione militare centrale del partito. Nello stesso anno divenne vicepresidente della Repubblica Popolare Cinese e, nel novembre 2002, subentrò a Jiang Zemin nella carica di segretario generale. Chiamato a guidare il delicato viaggio del Paese verso il capitalismo, a partire dal marzo 2003 assunse anche la carica di capo dello Stato.

Media


Non sono presenti media correlati