Questo sito contribuisce alla audience di

Hubble, Edwin Powell

astronomo statunitense (Marshfield, Missouri, 1889-San Marino, California, 1953). Attivo dal 1919 all'Osservatorio di Mount Wilson, si occupò soprattutto di nebulose extragalattiche. nel 1923, basandosi sull'osservazione di variabili cefeidi, riuscì a misurare la distanza di una nebulosa a spirale (quella di Andromeda) e quindi a dimostrare che oggetti di quel tipo sono sistemi esterni alla nostra galassia. Nel corso di ricerche statistiche sulla loro distribuzione, scoprì la fascia sull'equatore della Via Lattea nella quale non si possono osservare galassie esterne, a causa dell'assorbimento dovuto al materiale galattico. Intorno al 1940 formulò la relazione velocità-distanza per le galassie, di grande importanza in cosmologia. Compilò infine una classificazione delle galassie, tuttora impiegata. Scrisse: The Realm of the Nebulae (1936; Il regno delle nebulose) .

Relazione di Hubble

Relazione di proporzionalità tra la velocità di allontanamento, V, delle galassie esterne al Gruppo Locale e la distanza, R, di queste da noi: V=H∤R, dove H è la costante di proporzionalità detta costante di Hubble che è legata alla velocità di espansione dell'universo e che è, dunque, uno dei parametri cosmologici fondamentali. Nel 1925 Hubble assegnò a essa il valore di 520 km/s al milione di parsec, ma, a causa delle incertezze nella misura delle distanze, si ritiene che tale valore fosse stato sovrastimato di molto. Successivamente si è considerato che il valore della costante di Hubble fosse compreso tra 60 ed 80 km/s/Mpc. La sua misura era uno degli obiettivi principali nella costruzione dell'Hubble Space Telescope: grazie alle osservazioni dell'HST, nel 2001, è stato ottenuto un valore della costante H pari a 72±8 km/s/Mpc..

Media


Non sono presenti media correlati