Questo sito contribuisce alla audience di

Hunter, William

medico scozzese (Long Calderwood, Scozia, 1718-Londra 1783). Fratello di John, docente di anatomia chirurgica alla Society of Navy Surgeons e di anatomia artistica all'Accademia delle belle arti di Londra, è noto quale autore dell'Anatomy of the Human Gravid Uterus (1776; Anatomia dell'utero umano gravido), opera che contiene ventiquattro tavole considerate capolavori dell'iconografia anatomica. Descrisse il canale degli adduttori, detto anche canale di Hunter, cioè il segmento inferiore del canale femorale che dà passaggio ai vasi femorali e al nervo safeno. Hunter fu anche uomo di vasta cultura umanistica, raccolse libri, manoscritti, oggetti antichi e opere d'arte, tra le quali importanti dipinti di scuola fiamminga e di Chardin, che alla sua morte lasciò all'Università di Glasgow.

Media


Non sono presenti media correlati