Questo sito contribuisce alla audience di

Huyghe, Pierre

artista francese (Parigi 1962). La sua fama è legata agli ambienti, ai film, ai progetti collettivi e agli eventi che realizza a partire dagli anni Novanta del Novecento sulle problematiche legate all'esperienza del tempo nella società contemporanea. Egli concepisce le sue mostre personali come progetti articolati, veri e propri ambiti di sperimentazione, dove l'arte incontra l'architettura e la performance. L'artista crea installazioni che, attraverso strategie percettive inconsuete, generano un senso di smarrimento e instabilità nello spettatore. Huyghe collabora spesso con altri artisti per la creazione di progetti collettivi, tra cui No Ghost, Just A Shell (2000-2003). In collaborazione con P. Parreno, Huyghe ha acquistato, nel 1999, un personaggio dei manga su un catalogo di una società di animazione giapponese. Il personaggio, Annlee, rinasce a nuova vita non soltanto nell'opera di Huyghe e Parreno, sotto forma di video d'animazione a 3D, ma anche in quella di altri artisti tra cui Dominique Gonzalez-Foerster, Liam Gillick, Rirkrit Tiravanija e Pierre Joseph/Mehdi Belhaj-Kacem. Con tutti questi artisti ha esposto nel 1996 al Capc, Musee d'Art Contemporain di Bordeaux nella mostra Traffic che ha segnato l'affermarsi dell'arte relazionale nel panorama dell'arte contemporanea. Nel 2001 ha rappresentato la Francia alla Biennale di Venezia.