Questo sito contribuisce alla audience di

Iago

personaggio della tragedia di ShakespeareOtello (1604). Per un sospetto di gelosia e per rivalità nei confronti di Cassio, istilla nell'animo di Otello il dubbio sulla fedeltà della moglie Desdemona, fino a indurlo a ucciderla. Tipica figura di scellerato, nell'abilità psicologica e nella lucida crudeltà con cui tesse la sua rete di insinuazioni, intrighi e inganni vi è come un tocco di grandezza: non tanto la “perversità gratuita”, senza apparente motivazione, che gli attribuiva S. T. Coleridge, quanto un gusto quasi estetico nel perseguire la distruzione e operare il male. Tradito dalle sue stesse macchinazioni, paga sanguinosamente il fio della sua scelleratezza.

Media


Non sono presenti media correlati