Questo sito contribuisce alla audience di

Ilić, Vojislav

poeta serbo (Belgrado 1860-1894). Spirito sensibile, rinnovò la poesia serba, abbandonando i toni patetici del nazionalismo romantico ancora in auge verso il 1880. Cantò la natura e rievocò l'antichità classica, della quale sentì profondamente la bellezza. I componimenti elegiaci costituiscono la parte migliore delle sue Poesie (1887, 1889, 1892). Efficace è l'opera satirica Ballo mascherato a Rudnik.

Media


Non sono presenti media correlati