Questo sito contribuisce alla audience di

Iliescu, Ion

uomo politico romeno (Oltenita 1930). Membro effettivo del Comitato Centrale del Partito Comunista Romeno (1968-84), durante la rivolta contro Ceausescu (1989) assunse la guida del Fronte di salvezza nazionale e, in quella veste, divenne capo dello Stato. Legittimato nella carica con le elezioni plebiscitarie del 1990, fu accusato dalle opposizioni di rappresentare la vecchia dirigenza comunista. Nelle consultazioni del 1992, pur perdendo molti consensi, fu confermato alla presidenza della Romania. Costretto a scontentare le componenti più nazionaliste della società romena accettando le pressioni statunitensi per la stipula di un trattato di cooperazione e di amicizia con l'Ungheria, Iliescu perdeva le elezioni presidenziali (ottobre-novembre 1996) dove prevaleva il leader della Convenzione democratica, Emil Constantinescu. Ripresentatosi alle presidenziali del 2000, con una schiacciante affermazione ribaltava il risultato di quattro anni prima e veniva eletto ancora una volta capo dello Stato, carica mantenuta fino al 2004.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti