Questo sito contribuisce alla audience di

Illiri

(greco Illyriói; latino Illyríi), antico popolo stanziato nella parte adriatica della Penisola Balcanica, con propaggini in Grecia e Italia (Illiri furono per esempio creduti i Messapi e gli Iapigi). La pressione dei Celti li spinse col tempo verso le coste dove si divisero in vari gruppi, Dalmati, Dardani, Giapidi, Istri, Liburni, che si aprirono a intensi contatti col mondo greco. Sul finire del sec. III a. C., tali gruppi, dediti alla pirateria, formarono un forte Stato che, con la regina Teuta, venne in urto con Roma nella I guerra illirica (229-228 a. C.), conclusasi col sopravvento dei Romani che imposero limitazioni alla navigazione illirica nel basso Adriatico. Nella II guerra illirica (220-219 a. C.), Teuta fu ancora sconfitta, ma si riprese subito dopo. Nelle guerre combattute dai Romani contro la Macedonia e la Grecia nella prima metà del sec. II a. C., gli Illiri furono ora alleati ora avversari dei Romani stessi, entrando però sempre più nell'orbita della supremazia romana. Dopo le vittorie riportate su di essi da Asinio Pollione nel 40-39 a. C. e da Ottaviano nel 35-33 a. C., i loro territori furono organizzati nella provincia dell'Illirico.

Media


Non sono presenti media correlati