Questo sito contribuisce alla audience di

Immanuel Romano

(o Manoello Giudeo; ebraico Immānū' el ben Shĕlōmōh). Scrittore in lingua ebraica e in volgare (Roma ca. 1262-Fermo ca. 1335). Frequentò l'ambiente ebraico romano e le corti di buona parte d'Italia. Certamente fu a Fabriano, Fermo, Ancona e a Verona, al tempo di Cangrande, la cui corte descrisse nella vivacissima frottola in volgare Bisbidis. In ebraico scrisse le Machbarot, una raccolta di 28 composizioni di argomento vario, parte in prosa e parte in versi, e commentò vari libri biblici. In volgare, oltre alla frottola già citata, compose quattro sonetti di cui uno, indirizzato a Bosone da Gubbio, di lamento per la morte della sua donna e di Dante.

Media


Non sono presenti media correlati