Questo sito contribuisce alla audience di

Impèria (provincia)

Guarda l'indice

provincia della Liguria, 1156 km², 219.383 ab. (stima 2007), 188 ab./km², capoluogo: Imperia. Comuni: 67. Sigla: IM.

Generalità

Costituisce l'estremo settore sudoccidentale della regione. È bagnata a S e a SE dal Mar Ligure, confina a W con la Francia ed è delimitata dalle province di Cuneo e di Savona.

Territorio

Se si esclude una parte dell'alto bacino imbrifero del Tanaro (torrenti Negrone e Tanarello), il territorio si stende interamente sul versante meridionale dell'arco alpino ed è quasi esclusivamente montuoso. Si trovano qui le più alte cime della Liguria, culminanti a 2200 m nel monte Saccarello, posto sul confine con il Piemonte e la Francia. Dal nodo orografico costituito dal monte Saccarello e dalle sue propaggini scendono profonde valli trasversali al sistema alpino – le maggiori sono quelle percorse dai torrenti Nervia, Argentina e Impero – separate tra loro da elevate dorsali montuose, boscose e poco popolate, che si spingono fino al mare formando tutta una serie di promontori poco pronunciati che delimitano le modeste piane alluvionali formatesi allo sbocco in mare dei corsi d'acqua. Caratteri diversi – è alquanto più lunga e ricca d'acque – presenta la valle longitudinale dell'Arroscia, orientata da W a E e chiusa a N dalla displuviale alpina, che ha il suo tratto inferiore in provincia di Savona. Appartengono alla provincia di Imperia anche i tratti inferiori delle valli dei fiumi Roia e Bevera, che più a monte sono francesi. I corsi d'acqua – a eccezione del Roia, che scende da un ampio ed elevato bacino montano – hanno regime torrentizio, con accentuate magre nei mesi estivi. La particolare conformazione idrogeologica del territorio determina, come nelle altre province liguri, fenomeni franosi ed esondazioni dei corsi d'acqua, cui si affiancano incendi boschivi, specialmente durante il periodo estivo. Nel territorio provinciale di Imperia, nei pressi di Ventimiglia, si trova il complesso dei Giardini Botanici Hanbury, dove vegetano piante provenienti dalle più diverse regioni a clima mediterraneo. Condizionato dai lineamenti morfologici del territorio e dalla sua posizione a contatto con il mare è il clima, che presenta caratteristiche spiccatamente marittime lungo la costa e nella sezione inferiore delle valli trasversali; invece, nelle parti più interne ed elevate del territorio provinciale, dove più marcate sono le escursioni termiche giornaliere e stagionali, ha caratteri nettamente continentali. Dal punto di vista demografico è la meno popolata delle quattro province liguri. La popolazione si addensa in prevalenza sulla cimosa litoranea, dove sorgono anche i centri maggiori della provincia, che sono, oltre al capoluogo, San Remo, Ventimiglia, Taggia, Bordighera, Vallecrosia, Diano Marina e Camporosso. La fascia costiera è percorsa dalla linea ferroviaria Genova-Ventimiglia, dalla SS 1 Aurelia e dall'autostrada A10 che, giungendo dal capoluogo regionale, proseguono poi in territorio francese. Parallelamente ai corsi fluviali che scorrono nella provincia si incontrano diverse strade provinciali che collegano l'entroterra con le città marine e che costituiscono vie di collegamento, per quanto tortuose, con il vicino Piemonte e con la Francia.

Economia

I maggiori redditi provengono dalla floricoltura, i cui prodotti sono largamente esportati; nel Sanremese ha infatti sede l'importante distretto industriale florovivaistico. Nel settore agricolo hanno pure una rilevanza notevole la produzione di uva da vino, di frutta e di olive, che alimentano la fiorente produzione olearia. L'industria è attiva nel settore alimentare (pastifici) e, in minor misura, in quelli chimico e dei materiali da costruzione. Un ruolo non secondario, infine, nel quadro economico hanno anche la pesca e le attività commerciali. Nel settore terziario emergono le attività connesse al turismo, da cui proviene, oltre che dalla floricoltura, una parte consistente del reddito provinciale. Notevoli località balneari e di soggiorno estivo e invernale, oltre ai centri maggiori già citati, sono anche Cervo, Diano Marina, Arma di Taggia e Ospedaletti.

Media


Non sono presenti media correlati