Questo sito contribuisce alla audience di

Internet Due

progetto proposto da un gruppo di università statunitensi inteso, in prospettiva, a sostituire la NSFNet, la rete ad alta velocità della National Science Foundation per le interconnessioni tra atenei e laboratori nazionali di ricerca con il massiccio impiego di tecnologie a larghissima banda e una delle prime dorsali di Internet. Il primo obiettivo di Internet Due riguarda la costruzione di un anello superveloce, dell'ordine del Gb/s tra i laboratori nazionali e i maggiori centri universitari; successivamente un secondo anello, con velocità dell'ordine di centinaia di Mb/s, servirà al collegamento con le altre università. I campi applicativi previsti riguardano la ricerca, la sicurezza nazionale, l'istruzione, l'ambiente e la sanità, con progetti che spaziano su tutte le possibilità di sfruttare canali di rete molto più potenti.Il progetto di Internet Due raccoglie più di 200 università statunitensi, con la partecipazione di 60 compagnie industriali. Il tipo di tecnologie implicate nel progetto, basate su Ipv6 e su connessioni a larghissima banda, rende possibile la garanzia della qualità del servizio e la comunicazione multicast (cioè simultaneamente rivolta verso più terminali interessati a riceverla). Queste tecnologie sono alla base di progetti simili, sia negli Stati Uniti, sia in Europa, sia in Asia. Negli USA, Internet Due è sostenuta dal governo federale per la realizzazione di un backbone nazionale a larga banda. In Europa, il progetto GEANT (Rete dell'Università e della Ricerca Europea) coinvolge 26 reti nazionali per la ricerca e l'istruzione, permettendo il trasferimento di dati a velocità di almeno 10 Gigabit per secondo (Gbps) e l'accesso a processori distribuiti su un'architettura di tipo GRID. GEANT è connesso su linea dedicata a 12 Gbps con Internet Due negli USA e a 2,5 Gbps con il Giappone, e sta sviluppando connessioni verso reti analoghe nell'area mediterranea e nell'America latina. L'Italia partecipa a GEANT attraverso il GARR (Gestione Ampliamento Rete Ricerca), che raggruppa gli enti accademici e di ricerca, e che sta ampliando il progetto GARR-G per l'estensione della propria rete da larga a larghissima (2,5 Gbps).

Media


Non sono presenti media correlati