Questo sito contribuisce alla audience di

Irkutsk (provincia)

Guarda l'indice

(Irkutskaja oblast’). Provincia della Russia orientale, 767.900 km², 2.526.977 ab. (stima 2006), 3 ab./km², capoluogo: Irkutsk. Confini: Repubblica di Saha (N), Repubblica dei Buriati (E), Repubblica di Tuva (SW), Territorio di Krasnojarsk (W)

Generalità

Si estende nella Siberia meridionale, tra il lago Bajkal a SE, i monti Saiani Orientali a SW, gli altopiani del Patom e Stanovoj NE e l'altopiano della Siberia Centrale a N. Rilievi montuosi (monte Kodarskij, 2999 m) sono i monti Primorskij e Bajkalskij a E e i monti Vostočnij a NW. Attraversata dagli alti corsi dei fiumi Lena e Tunguska Inferiore e dal fiume Angara, è in gran parte ricoperta da fitte foreste di conifere (pino e larice) abitate da fauna varia e in particolare da animali da pelliccia quali visoni ed ermellini. Il territorio si presenta prevalentemente collinoso e ricco di valli. Sul territorio, il Parco Nazionale Pribajkalskij e il più grande bacino artesiano nel mondo, quello di Angaro-Lenskij. Il clima è continentale rigido, con estati più calde a S e subartico nella parte settentrionale. Risorse economiche per gli abitanti (russi, buriati, ucraini) sono l'agricoltura (cereali, patate), l'allevamento, lo sfruttamento forestale (la provincia possiede l'11% delle riserve di legname della Federazione russa) e quello del ricco sottosuolo (carbone a Čeremhovo, salgemma a Vostočnij-Sibirskoe, lignite ad Azej, oro a Lenskaja, mica a Mama e Gorno-Čujski, ferro a Angarskaja); le industrie, alimentate da numerosi impianti idroelettrici (principale quello di Bratsk sull'Angara), sono attive nei settori metallurgico, meccanico, chimico, petrolchimico e alimentare. Il capoluogo, una delle maggiori città siberiane, è servito dalla ferrovia Transiberiana e dall'aeroporto internazionale di Irkutsk. Città importanti, oltre al capoluogo, sono Angarsk, Bratsk, Čeremhovo, Usolje-Sibirskoje e Ust-Ordynski.

Storia

Le prime migrazioni nella regione risalgono alla fine del paleolitico. Tra i sec. VIII e IX l'area divenne parte del Khanato di Uighur. Nel sec. X inizia l'espansione delle tribù mongole nel territorio e la successiva mongolizzazione dell'area. L'annessione del territorio alla Russia risale alla metà del XVIII secolo. In seguito a un referendum del 2006, dal 1° gennaio 2008 il Circondario Buriato di Ust-Orda, il cui territorio è compreso nella provincia di Irkutsk, ha perso lo status di autonomia.

Media


Non sono presenti media correlati