Questo sito contribuisce alla audience di

Isherwood, Christopher

scrittore inglese naturalizzato statunitense (Disley, Cheshire, 1904-Los Angeles 1986). Giornalista, narratore brioso e scorrevole, Isherwood diede il meglio di sé in un gruppo di romanzi scritti negli anni Trenta. In questi (Mr. Norris Changes Train, 1935; Goodbye, Berlin, 1939), nei tre drammi fantastici (The Dog Beneath the Skin, 1935; The Ascent of F6, 1936; On the Frontier, 1938) e nel volume Journey to a War (1938), scritti in collaborazione con l'amico W. H. Auden, Isherwood ha mostrato tutto il suo scetticismo verso i miti contemporanei e una profonda insofferenza nei confronti dei rigidi conformismi della società borghese dell'epoca. Su questo tono si è mantenuto ancora in Prater Violet (1945), mentre meno incisivi sono apparsi i successivi The World in the Evening (1954), A Meeting by the River (1967) e l'autobiografia Christopher and His Kind 1934-1939 (1967), continuazione di Lions and Shadows del 1938. Le sue opere, inoltre, rispecchiano i conflitti interiori dell'intellettuale borghese, incapace di accettare la sua identità omosessuale. Ai libri di saggistica My Guru and His Disciple (1980), che riflette l'interesse di Isherwood per i movimenti e le filosofie orientali, come l'induismo, e People One Ought to Know (1982) va aggiunta un'intensa attività di traduttore. Nel 1996 è stato pubblicato postumo un volume dei diari, Christopher Isherwood Diaries, che comprende il periodo che va dal 1939 al 1946.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti