Questo sito contribuisce alla audience di

Italceménti

società per azioni costituita nel 1865 con la denominazione di “Società bergamasca per la fabbricazione del cemento e della calce idraulica”; si fuse nel 1906 con la Fratelli Pesenti di Bergamo. Successivamente, nel 1917, assorbì la Società anonima Fabbriche di calce e cementi di Casale Monferrato e assunse l'attuale denominazione. L'attività della società, che dal 1979 è controllata dalla holding Italmobiliare, riguarda la produzione e la commercializzazione di cementi, calci, leganti idraulici, materiali da costruzione e affini. Per quanto riguarda i cementi, l'Italcementi, con la sua politica di acquisizioni svolta anche all'estero (in particolare, nel 1992, la Ciments Français), rappresenta uno tra i maggiori produttori mondiali del settore. L'attività esportativa è prevalentemente orientata ai prodotti di maggiore contenuto tecnologico (leganti bianchi, cementi per pozzi petroliferi). I principali impianti di produzione sono negli stabilimenti di Monselice, Calusco D'Adda, Rezzato, Borgo San Dalmazzo, Savignano sul Panaro. Numerose inoltre le cementerie controllate. Nel 1997, in seguito a una ristrutturazione, è stata costituita l'Italcementi Group, in cui sono confluite tutte le partecipate anche internazionali del gruppo. Nel 1998 è stata acquistata la Calcestruzzi S.p.A., il più importante produttore nazionale di calcestruzzo. Nello stesso anno sono stati acquisiti in Bulgaria, Kazakistan e Thailandia alcuni cementifici nell'ambito di una strategia di internazionalizzazione volta a diversificare la presenza del gruppo in Paesi con interessanti prospettive di sviluppo. Nel 2006 l'Italcementi Group ha acquisito la Zuari Cement, società indiana e nel 2007 la cinese Fuping.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti