Questo sito contribuisce alla audience di

Jaroslavl' (provincia)

(Jaroslavskaja oblast’). Provincia della Russia occidentale, 36.400 km², 1.327.845 ab. (stima 2006), 36 ab./km², capoluogo: Jaroslavl. Confini: province di Ivanovo, Kostroma, Mosca, Tver, Vladimir e Vologda.

Si estende nel settore settentrionale della Russia europea, su una regione pianeggiante attraversata dal fiume Volga, il cui corso è interrotto dalle dighe di Uglič e di Rybinsk e va a formare il bacino di Rybinsk (NW), uno dei più grandi d'Europa. Attraversata da moltissimi corsi d'acqua, la regione è ricca anche di laghi (lago Nero) di cui alcuni di origine glaciale (Plesčeevo, Somino, Vašutinskoe), compresi nel Parco Nazionale di Storia Naturale Pleščeevo ozero. Il territorio è coperto per il 40% della sua superficie da foreste, originariamente di conifere ma sostituite in seguito da betulle. Il clima è temperato continentale, caratterizzato da inverni molto nevosi e da estati corte ma piuttosto calde. Risorse economiche sono l'agricoltura (cereali, ortaggi, legumi, frutta, lino), l'allevamento, lo sfruttamento forestale e quello del sottosuolo (torba a Nekouz, Rybinsk e Jaroslavl, argilla, ghiaia); le industrie (meccaniche, chimiche), alimentate da numerosi impianti idroelettrici (Rybinsk). Recentemente è in espansione il settore turistico. La città vecchia di Jaroslavl è patrimonio dell'umanità dell'UNESCO e fa parte del cosiddetto Anello d'Oro: un cerchio di antiche città risalenti all'era d'oro dei Rus', disposte intorno a Mosca. Nella provincia le città che fanno parte di questo gruppo, oltre a Jaroslav, sono Rostov, collocata sul lago Nero (IX sec.) e Uglič, la più antica, risalente al 937.I primi villaggi ubicati nella regione risalgono al 1000 a. C. Il capoluogo fu fondato dal principe Jaroslav il Saggio come fortezza nel 1010 e divenne nei secoli XVI-XVII un grande centro d'arte, di commercio nazionale e internazionale.

Media


Non sono presenti media correlati