Questo sito contribuisce alla audience di

Jobim, Antonio Carlos

cantante e compositore brasiliano (Rio de Janeiro 1927-New York 1994). È il più noto esponente della bossa nova, di cui è stato il creatore, insieme a Joao Gilberto. Il primo successo importante giunse nel 1956, quando presentato al poeta Vinicio de Moraes compose una parte delle musiche di scena per la sua tragedia in versi Orfeu da Conceiçao. Tra i due nacque un sodalizio destinato a cambiare la storia della musica popolare brasiliana contemporanea. Nel 1958, Joao Gilberto, che all'epoca era ancora pressoché sconosciuto, incise alcune canzoni di Jobim, imponendo all'attenzione del pubblico la bossa nova. L'esplosione del fenomeno a livello internazionale maturò comunque nell'ambito del jazz: nel 1962, S. Getz e C. Byrd scalarono le classifiche di vendita statunitensi grazie all'interpretazione di una delle più famose canzoni di Jobim, Desafinado. Negli anni successivi, Jobim predilesse l'attività in sala di registrazione alle tournées e, sul finire degli anni Sessanta, quando la musica brasiliana visse una fase di parziale declino sul mercato discografico internazionale, preferì lavorare soprattutto in patria, componendo soprattutto colonne sonore per il cinema e la televisione. Alla metà degli anni Ottanta, il sempre maggiore interesse del pubblico nei confronti della world music favorì il rilancio della musica del Brasile e Jobim decise di tornare a calcare le scene. Tra le sue canzoni più famose si ricordano: Samba de una nota so, Garôta de Ipanema (anche in Italia famosissima col titolo di Ragazza di Ipanema), Corcovado, So danco samba, Insensatez, Aguas de Marços.

Media


Non sono presenti media correlati