Questo sito contribuisce alla audience di

Josephson, Erland

attore svedese di origine ebraica (Stoccolma 1923-2012). Commediografo, regista e direttore del Teatro Drammatico Reale di Stoccolma, salì alla ribalta internazionale quale coprotagonista a fianco di Liv Ullmann in due telefilm di I. Bergman: Scene da un matrimonio (1974) e L'immagine allo specchio (1976). Nel 1977 apparve in Io ho paura di D. Damiani e Al di là del bene e del male di L. Cavani. Nel 1978 scrisse, interpretò e diresse Noi due, una coppia e nel 1979 La rivoluzione della marmellata. Apparso nel 1981 in Montenegro tango, di D. Makavejev, tornò a lavorare con Bergman in Fanny e Alexander (1982) e nel telefilm Dopo la prova (1984), intervallati nel 1983 da La casa del tappeto giallo, di C. Lizzani, e da Nostalghia, di A. Tarkovskij, per il quale recitò anche nell'ultima opera, Sacrificio (1986). Tra gli altri film si ricordano: L'ultima mazurka (1987), di G. Bettetini, L'ultima tempesta (1991) di P. Greenaway, Lo sguardo di Ulisse (1995) di T. Angelopulos, Vanità e affanni (1997) di I. Bergman, L'infedele (2000) di L. Ullmann, Sarabanda (2003) di I Bergman, Il papa buono (2003) di R Tognazzi.

Media


Non sono presenti media correlati