Questo sito contribuisce alla audience di

Jourdan, Jean-Baptiste, cónte

generale francese (Limoges 1762-Parigi 1833). Volontario nella guerra d'indipendenza americana (1779), si schierò con le truppe repubblicane. Generale nel 1793, vittorioso a Fleurus (26 giugno 1794), alla testa dell'armata della Mosa, riportò una serie di vittorie finché, nel settembre 1796, dovette cedere di fronte a superiori forze austriache. Membro del Consiglio dei Cinquecento (1797), fece votare la legge sulla coscrizione obbligatoria (settembre 1798). Si oppose al colpo di stato del 18 brumaio, ma fu tuttavia incaricato di amministrare il Piemonte. Consigliere di Stato (1802), generalissimo dell'armata d'Italia e maresciallo di Francia (1804), nel 1806 fu nominato governatore di Napoli e poi capo di Stato Maggiore di Giuseppe Bonaparte1808). Schieratosi coi Borboni dopo il 1814, fu neutrale durante i Cento Giorni e ciò gli valse la nomina a conte (1816) e pari di Francia (1819). Dopo la rivoluzione del 1830 fu ministro degli Esteri per pochi giorni.

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->