Questo sito contribuisce alla audience di

Jutkevič, Sergej Josifovič

regista cinematografico e teatrale sovietico (Pietroburgo 1904-Mosca 1985). Occupatosi a Kijev di spettacoli di burattini, fu a Pietrogrado il più giovane degli “eccentristi” del FEKS, attirato da scenografia e pittura, dalle lezioni di Mejerchold e dalla messinscena di “giornali viventi”. Nel campo cinematografico diede prova di raffinato eclettismo, alternando temi contemporanei (Merletti, 1928; La vela nera, 1929; Le montagne d'oro, 1931; Contropiano, 1932) a biografie, specie su Lenin (Racconti su Lenin, 1958; Lenin in Polonia, 1966; Lenin a Parigi, 1983), comicità e satira (Le nuove avventure di Švejk, 1943; il film d'animazione Il bagno, 1962, dall'omonima opera di Majakovskij, di cui curò altre regie teatrali) a documentari (La Francia liberata, 1946) e a letteratura (Otello, 1956; Breve storia di un piccolo racconto, 1969, a proposito di Čechov). Tornò a Majakovskij negli anni Settanta, curando per la TV Il poeta sullo schermo / La signorina e il teppista e Ilinskij parla di Majakovskij (1973) e per il cinema Majakovskij ride (1975).

Media


Non sono presenti media correlati