Questo sito contribuisce alla audience di

Kádár, Ján

regista del cinema cecoslovacco (Budapest 1918-Los Angeles 1979). Slovacco di origine magiara, dal 1952 al 1969 realizzò col moravo Elmar Klos una serie di film che, dopo avere anticipato il clima problematico della “nuova ondata”, ne espressero i momenti moralmente più alti con La battaglia di Engelchen (1963), L'accusato (1964) e Negozio al Corso (1965), dramma psicologico sulle cause del collaborazionismo pronazista, premiato con l'Oscar. Il solo Kádár firmò poi Nuda dal fiume (1969) e negli USA Angel Levine (1970), Lies My Father Told Me (1975) e la serie televisiva Il cammino della libertà con Cassius Clay.

Media


Non sono presenti media correlati