Questo sito contribuisce alla audience di

Kästner, Erich

scrittore tedesco (Dresda 1899-Monaco 1974). Oppositore del nazismo, si rifiutò di emigrare e pubblicò i suoi libri all'estero. Dopo la guerra si trasferì a Monaco, dove lavorò come giornalista. Influenzato da Brecht, dal quale si distacca però per un acuto moralismo, dà nelle poesie Doktor Kästners lyrische Hausapotheke (1936; Farmacia domestica lirica del dottor Kästner) un breviario di salvezza per l'individuo solo e travagliato, quale è appunto l'eroe del suo maggiore romanzo, Fabian-Die Geschichte eines Moralisten (1931; Fabian-La storia di un moralista), ambientato a Berlino alla vigilia del nazismo e lucido esempio di romanzo della “Neue Sachlicheit” (Nuova Oggettività). Fortunatissimi furono i libri di Kästner per l'infanzia, tra cui Emil und die Detektive (1929; Emilio e i detective), Das doppelte Löttchen (1949; trad. it. Carlottina e Carlottina), Der kleine Mann (1963; Il piccolo uomo). Particolarmente interessante è l'autobiografia Als ich ein kleiner Junge war (1958; Quando ero bambino).

Media


Non sono presenti media correlati