Questo sito contribuisce alla audience di

Kagel, Mauricio

compositore argentino (Buenos Aires 1931-Colonia, Germania, 2008). Studiò con A. Ginastera, A. Schiuma, T. Fuchs. Nel 1957 si stabilì in Germania, dove lavorò presso gli studi di musica elettronica di Colonia e di Monaco. Tenne corsi a Darmstadt, a Berlino e negli USA; dal 1969 al 1975 diresse l'Ensemble für Neue Musik di Colonia. Le esperienze di Kagel, estranee al rigorismo sistematico che caratterizza altri protagonisti della “nuova musica”, rivelano interesse per la materia sonora (tra l'altro con l'uso di strumenti rari o da Kagel stesso inventati) e spesso un grande rilievo delle componenti gestuali, teatrali, in una dimensione che accoglie suggestioni surrealistiche, neo-dada e del teatro dell'assurdo. Nella sua vasta produzione si ricordano Anagrama (1957-58), Transición I e II (1958-59), Metapièce (1961), Hétérophonie (1961), Match (1964), Musik für 23 Renaissance- Instrumente (1965-66), Die Erschöpfung der Welt (1974-78), Chorbuch (1978), Aus Deutschland (1981), Ein Brief (1986) e Quodlibet (1988).

Media


Non sono presenti media correlati