Questo sito contribuisce alla audience di

Kaliningrad (città della provincia di Kaliningrad)

capoluogo della provincia omonima (Russia), 27 m s.m., 423.700 ab. (stima 2006).

Città della Russia situata sul fiume Pregolja, poco a monte della sua foce nel golfo di Vislinsk (Mar Baltico); è un porto dal quale transita ogni anno un discreto volume di traffico, ed è nota soprattutto per essere la città natale del filosofo tedesco Immanuel Kant. Università. Già Königsberg. § Sorse nel 1255 come castello dell'Ordine Teutonico, per volere di Ottocaro II, re di Boemia (in onore del quale la città fu chiamata Königsberg), che capeggiava allora la crociata dell'Ordine fra le popolazioni pagane della regione. Alla fine del sec. XIII la vecchia città, distrutta dai Prussiani, fu ricostruita a poca distanza. Verso il 1340 Kaliningrad entrò nella Lega Anseatica; alla metà del sec. XV acquistò importanza perché residenza del Gran Maestro dell'ordine teutonico. Fu poi sede dei duchi di Prussia (1525-1618). Occupata dalle forze napoleoniche dopo Friedland (1807), divenne, sei anni dopo, il centro della rivolta prussiana contro l'occupazione francese. Nel sec. XIX Kaliningrad, non più oggetto di conquista per gli imperi dell'Est e dell'Ovest, sviluppò infine le risorse della sua posizione, assurgendo a grande centro d'esportazione per i cereali della Russia. Verso la fine della seconda guerra mondiale, costituì il miglior baluardo dell'organizzazione difensiva tedesca nelle regioni baltiche e resistette per oltre due mesi all'assedio delle forze sovietiche del generale Černjahovski. Passata sotto la sovranità dell'URSS, mutò il nome in quello attuale (1946). Dopo l'indipendenza di Estonia, Lettonia e Lituania (1991), l'URSS mantenne lo sbocco al Baltico nell'exclave di Kaliningrad, rimasto quindi alla Russia in seguito alla dissoluzione dell'Unione Sovietica, consumatasi alla fine dello stesso anno. L'economia della città ha risentito positivamente della vicinanza di Polonia e Lituania, a seguito dell'ingresso nella UE dei due Paesi.

Media


Non sono presenti media correlati