Questo sito contribuisce alla audience di

Kano (città)

Guarda l'indice

Generalità

Città (674.100 ab. nel 1996) della Nigeria, capoluogo dello Stato omonimo, a 507 m sulla ferrovia Nguru-Kaduna. Grande mercato agricolo (cereali, cotone, arachidi) e zootecnico (bestiame, cuoio, pelli), è sede di fiorenti industrie tessili, alimentari, chimiche, calzaturiere, conciarie e dei materiali da costruzione. La città, nei cui pressi si trova una famosa moschea, è il centro principale dei musulmani Haussa. Aeroporto internazionale.

Storia

Città-Stato haussa, Kano fu fondata, secondo la leggenda, in epoca assai remota da un fabbro chiamato appunto Kano. Verso la fine del sec. X genti straniere provenienti dall'est raggiunsero la località sotto la guida di Bagauda, primo re di Kano, che circondò la città di mura. Da allora si succedettero, tra il 999 e il 1892, 88 sovrani. Sotto Muḥammad Rumfa (1463-99) l'emirato di Kano raggiunse la sua massima potenza, e di esso ci dà testimonianza Leone l'Africano. Sottomesso per breve tempo all'impero Songhai, Kano fu punto di arrivo e di partenza dei traffici verso l'Africa mediterranea e verso i regni neroafricani dell'area sudanese. Tributario del sultano di Bornu dal 1734, fu travolto, insieme agli altri emirati haussa, all'inizio del sec. XIX, dalla “guerra santa” lanciata dai Fulbe di 'Osmān dan Fōdio. Nel 1903 Kano fu conquistata dagli Inglesi.

Media


Non sono presenti media correlati