Questo sito contribuisce alla audience di

Karmal, Babrak

diplomatico e uomo politico afghano (Kabul 1929-Mosca 1996). Esponente della fazione Parcham del Partito Democratico del Popolo Afghano (PDPA), fu vicepresidente del Consiglio rivoluzionario che attuò nel 1978 il colpo di Stato, ma venne estromesso dopo pochi mesi e inviato come ambasciatore in Cecoslovacchia. Tornato in patria dopo l'invasione sovietica (1979) fu primo ministro sino al 1981, ma detenne il potere come presidente del Consiglio rivoluzionario e del PDPA fino a quando, per le nuove scelte di politica internazionale avviate da Gorbačëv, venne sostituito da M. Najibullah (1986).

Media


Non sono presenti media correlati