Questo sito contribuisce alla audience di

Kawalerowicz, Jerzy

regista cinematografico polacco (Gwoździec 1922-Varsavia 2007). È lo stilista della seconda generazione del cinema polacco, sviluppatasi negli anni Cinquanta. Affermatosi col dittico Cellulosa (1953-54) da un romanzo ambientato tra le due guerre, fu messo a capo (1955) del gruppo “Kadr” e qui proseguì il suo discorso con film d'azione (L'ombra, 1956; Treno di notte, 1959), con un lugubre dramma espressionista (La vera fine della grande guerra, 1957) e con un'opera di grande e ambigua bellezza formale, che stabilì la fama internazionale del regista (Madre Giovanna degli Angeli, premio della giuria al Festival di Cannes, 1961). Dopo il colosso stilizzato Il Faraone (1966) e il poco felice Maddalena (1972), girato in Italia, ha diretto Morte di un presidente (1977), Incontro casuale sull'Atlantico (1980), L’ostaggio dell’Europa (1989), Perché? (1995) e Quo vadis (2001).

Media


Non sono presenti media correlati