Questo sito contribuisce alla audience di

Kemāl, Tahir

scrittore turco (İstanbul 1910-1973). Aderente ad associazioni di sinistra, fu prigioniero per alcuni anni in Anatolia, dove osservò le condizioni di vita degli strati più umili di queste popolazioni, servendosi del materiale raccolto in molti dei suoi romanzi. Tra i migliori: La città prigioniera (1956- 61) e Il combattente stanco (1965). Postumo (1977) è apparso il romanzo Una fortezza di proprietà.

Media


Non sono presenti media correlati