Questo sito contribuisce alla audience di

Kemerovo (provincia)

(Kemerovskaja oblast’). Provincia della Russia centromeridionale, 95.500 km², 2.838.533 ab. (stima 2006), 30 ab./km², capoluogo: Kemerovo. Confini: Territorio di Krasnojarsk (NE), Repubblica di Hakassia (E), Repubblica dell'Altaj (S), Territorio dell'Altaj (SW), province di Novosibirsk e Tomsk.

Il territorio si estende nella Siberia sudoccidentale, su una regione prevalentemente montuosa (Kuznecki Alatau, monti dell'Abakan), solcata dai fiumi Tom e Kija, e da numerosi altri tributari del fiume Ob. Le foreste (pini, abeti, cedri, betulle, pioppi) occupano il 65% della superficie totale e costituiscono un'importante risorsa economica. Sul territorio, il Parco Nazionale Šorskij. Il clima è di tipo continentale. La popolazione (russi, ucraini, tatari, ciuvasci) può contare su un grande potenziale minerario. Nella provincia viene estratto, infatti, il 75% della produzione russa di carbone e a Kuznecky si trova uno dei più grandi depositi del mondo. L'agricoltura prevale nella parte meridionale, ma quella di Kemerovo è comunque una delle province più industrializzate e urbanizzate (il 70% della popolazione vive nelle aree urbane) della Federazione Russa. Le industrie siderurgiche e metallurgiche (alluminio), di estrazione mineraria (oltre al carbone, ferro a Temirtau e Taštagol, oro, piombo e zinco a Salair), meccaniche e chimiche (fertilizzanti azotati) si concentrano nel N e in particolare a Novokuzneck. Il turismo si concentra nelle località sciistiche (Šorija) e nelle città più antiche, quali Kuzneck (1618) e Mariinsk, città considerata museo a cielo aperto. Altre città importanti, oltre al capoluogo, sono Novokuzneck, Prokopjevsk, Leninsk-Kuznecki, Kiselevsk, Belovo e Anžero-Sudžensk.

Media


Non sono presenti media correlati