Questo sito contribuisce alla audience di

Kigali

capoluogo dell'omonima prefettura e capitale del Ruanda, 852.000 ab. (2007).

Situata al centro della nazione, 75 km a E del Kivu, è la principale città del Paese dal punto di vista culturale ed economico, costruita su un territorio collinare attraversato da creste e valli. § Fondata nel 1907, come piccolo avamposto militare durante il dominio tedesco, è divenuta capitale solo nel 1962, in seguito al raggiungimento dell'indipendenza nazionale, quando prese il posto di Butare, che aveva assunto le funzioni di capitale durante la dominazione coloniale. Nel 1994, Kigali fu teatro del cruento genocidio causato dalla rivalità tra Hutu e Tutsi, le due principali etnie del Paese, nel corso del quale rimasero uccise milioni di persone (prevalentemente di etnia Tutsi). La città ospita conseguentemente numerosi monumenti, musei e centri dedicati al genocidio in memoria delle vittime: su tutti spicca il Kigali Genocide Memorial Centre. § Kigali è il perno della povera economia del Paese, ed è un rilevante mercato agricolo e del bestiame. Tra le industrie principali presenti in città si annoverano quelle per la produzione di calzature, vernici e pitture, assemblaggio di apparecchi radio e concerie per la lavorazione delle pelli. Anche l'estrazione della cassiterite ha il proprio centro a Kigali, dove un'apposita fonderia è stata costruita nel 1980. È servita dal Kigali International Airport, in passato chiamato Gregoire Kayibanda International Airport, ubicato nei dintorni di Kanombe, 12 km a E dal centro della città.

Media


Non sono presenti media correlati