Questo sito contribuisce alla audience di

Kivu, lago-

bacino lacustre (2650 km²) dell'Africa centroccidentale al confine tra la Repubblica Democratica del Congo e la Repubblica del Ruanda. È situato a 1459 m s.m. ed è stato originato dai movimenti tellurici frequenti nella zona per la presenza di numerosi vulcani (Nyragongo, Karisimbi, Nyamlagira, ecc.), di cui alcuni ancora attivi. Ha rive assai frastagliate e dirupate, con profonde insenature. La sua sezione sudoccidentale è occupata da numerose isole (principale quella di Jdjwi). Il lago, assai pescoso e profondo (profondità massima 475 m), fa defluire le acque dalla sua sponda meridionale attraverso il fiume Rusizi nel lago Tanganica, 686 m più in basso. Il Kivu fu raggiunto per la prima volta da J. H. Speke nel 1861 ed esplorato nel 1894 da von Götzen.

Media


Non sono presenti media correlati