Questo sito contribuisce alla audience di

Klaproth, Martin Heinrich

chimico tedesco (Wernigerode 1743-Berlino 1817). Iniziò la sua attività come farmacista e aprì poi un proprio laboratorio di chimica (1780). Seguace delle teorie di Lavoisier, i suoi metodi precisi e accurati di analisi chimica gli permisero di scoprire lo zirconio (1789), l'uranio (1789) e il cerio (1803). Precisò inoltre le caratteristiche di altri elementi, quali il titanio e il tellurio, cui diede il nome.

Media


Non sono presenti media correlati