Questo sito contribuisce alla audience di

Košice (regione)

(Kosický kraj). Regione della Slovacchia sudorientale, 6752 km², 771.947 ab. (stima 2006), 114 ab./km², capoluogo: Košice. Confini: Prešov (N), Banská Bystrica (W); Ucraina (E), Ungheria (S).

La regione, attraversata dai fiumi Bodrog, Hornád e Slana, è divisa in due dai monti Slanské, che la percorrono lungo l'asse N-S. Collinare a W, dove poggia sulla parte orientale dei Metalliferi Slovacchi, a E prevale invece un paesaggio pianeggiante. Sul territorio è presente parte del Parco Nazionale Slovenský raj e l'area protetta del carso slovacco (grotte di Domica, Jasovská, Gombasecká e Silická), situato sul bacino di Košická e Rožňavská, lungo il confine ungherese. Risorse naturali sono i bacini carboniferi e di gas naturale (Michalovce), i minerali da costruzione e i metalli (siderite, ferro, rame ecc. sui monti Metalliferi) e le foreste, che ricoprono il 40% circa della superficie totale. La popolazione, composta in maggioranza da slovacchi, comprende una minoranza ungherese (10% circa) e una minoranza rom. Attività economiche degli abitanti sono l'agricoltura (semi oleosi, vino, patate), concentrata soprattutto nelle pianure orientali, e l'industria (metallurgica, chimica, macchinari), che contribuisce in maggior misura all'economia regionale. Il capoluogo è la seconda città della Slovacchia e per questo riveste il ruolo di maggiore centro industriale a E del Paese. La regione è servita dall'aeroporto internazionale di Kosiče. Altri centri importanti sono Michalovce, Spišská Nová Ves e Trebišov. § Abitata fin dall'età della pietra, la regione è stata terra di Celti, Ostrogoti, Slavi, Avari, Unni e Tatari. Dopo il XII secolo e fino al 1918 fece parte del regno d'Ungheria. Il capoluogo divenne una libera città imperiale nel 1347. Nel sec. XVI la città di Kosiče si unì alla Pentapolitana, un'alleanza di cinque città della Slovacchia orientale. Nei secoli seguenti le continue guerre con i turchi portarono a un declino economico e politico. La regione nei suoi confini attuali occupa il territorio delle contee storiche ungheresi di Abaùj-Torna, Abov, Abov-Turňa, Gemer-Malohont, Uh e Zemplin.

Media


Non sono presenti media correlati