Questo sito contribuisce alla audience di

Kobyljanska, Olha Julianovna

narratrice ucraina (Gura Gumora, Bucovina, 1863-Černovcy 1942). Attiva femminista, nelle novelle L'uomo (1894), Valse mélancolique (1894), Impromptu phantasie (1894), Lui e lei (1895), L'umiltà (1898) e In cerca delle situazioni (1913) si batté per l'indipendenza della donna. Nei racconti L'incivile (1896) e Nei campi (1898) e nel romanzo La terra (1902), ambientati nella natia Bucovina, analizzò acutamente la psicologia del contadino. Nel romanzo Apostolo dei poveri e nelle altre opere scritte negli anni Venti subì l'influsso del naturalismo.

Media


Non sono presenti media correlati