Questo sito contribuisce alla audience di

Koch, Robert

medico e batteriologo tedesco Clausthal, Hannover, 1843-Baden-Baden 1910). Iniziò la sua attività come medico condotto in una cittadina della Pomerania, dove ebbe occasione di realizzare i suoi primi studi sulle malattie infettive, particolarmente sul ciclo vitale del Bacillus anthracis, agente del carbonchio, e sulla patogenesi della malattia, studi che segnarono l'inizio delle indagini scientifiche sui microrganismi delle malattie infettive. Chiamato a Berlino (1880) a dirigere l'ufficio d'igiene e quindi (1891) l'Istituto per le malattie infettive, perfezionò la tecnica batteriologica introducendo il metodo della coltura in gelatina (1881) e i processi di colorazione dei germi. Migliorò inoltre la tecnica microscopica realizzando gli obiettivi a immersione e apparecchiature per microfotografie. Memorabile fu la sua scoperta, nel 1882, del bacillo della tubercolosi (bacillo di Koch), che dimostrò definitivamente la contagiosità della malattia, e quella del vibrione del colera avvenuta nel 1881. Nel 1905 ebbe il premio Nobel per la fisiologia e la medicina in riconoscimento delle sue ricerche relative alla tubercolosi.

Media

Robert Koch.