Questo sito contribuisce alla audience di

Konwicki, Tadeusz

scrittore e cineasta polacco (Nowa Wilejka, Lituania, 1926-Varsavia 2015). Romanziere tra i più noti della letteratura postbellica (Il moderno libro dei sogni, 1963; Cronaca di fatti galanti, 1974, adattamento cinematografico del 1986 per la regia di A. Wajda), ha scritto anche libri di divagazioni in cui la descrizione realistica si fonde alle enunciazioni liriche (Il calendario e la clessidra, 1976; Sorge e tramonta la luna, 1982; Nowy Swiat e dintorni, 1986). Un inconsueto rigore ideologico ed esistenziale caratterizza lavori quali Complesso polacco (1978), Piccola apocalisse (1979, adattamento cinematografico del 1992 per la regia di Costa-Gavras) e Fiume sotterraneo, uccelli notturni (1984), mentre Bohiń (1987) ricostruisce la difficile situazione nazionale dopo il fallimento dell'insurrezione del 1863. Successivamente ha pubblicato Albe serali (1991). In campo cinematografico, Konwicki è autore di opere basate sulla solitudine esistenziale (L'ultimo giorno d'estate, 1958; Salto, 1965) e su temi legati sia ai momenti storici più difficili della nazione sia agli smarrimenti del presente (Ognissanti, 1961; Così lontano da qui, così vicino, 1973). Tra i suoi film ricordiamo anche La valle dell'Issa (1982), tratto da un romanzo di C. Miłosz, e L'ava (1989), liberamente ispirato al poema drammatico di A. Mickiewicz Gli avi, parte III.

Media


Non sono presenti media correlati