Questo sito contribuisce alla audience di

Korte, léggi di-

leggi enunciate nel 1919 dallo psicologo tedesco W. Korte sul movimento apparente stroboscopico. Questo consiste nel fatto che se immagini immobili vengono presentate per breve tempo con un intervallo tra loro inferiore a 1/16 di secondo, si avrà l'impressione di vedere un'unica immagine in movimento (un'applicazione di tale fenomeno è data dal cinematografo). Le tre leggi di Korte stabiliscono che, volendo ottenere il fenomeno del movimento stroboscopico tra due stimoli, a parità di effetto vi è una relazione diretta tra distanza spaziale e tempo, una relazione inversa tra intensità degli stimoli e intervallo e una relazione diretta tra distanza spaziale e intensità.

Media


Non sono presenti media correlati