Questo sito contribuisce alla audience di

Kreisky, Bruno

statista austriaco (Vienna 1911-1990). Militante socialista già a 15 anni, fece il giornalista in esilio dopo il 1938, partecipando anche ad attività antinaziste. Nel dopoguerra entrò in diplomazia e nel 1953 divenne segretario di Stato alla Cancelleria, quindi ministro degli Esteri (1959-66). Succeduto nel 1967 a Pittermann alla testa del Partito socialista, nel 1970 divenne cancelliere rimanendo ininterrottamente al potere sino al 1983 quando il suo partito perse la maggioranza. Nel 1987 lasciò la carica di presidente onorario della SPO, disapprovandone l'alleanza di governo con la Volkspartei.

Media


Non sono presenti media correlati